Wall Street Pavoneggia Sulla Privacy Dei Dati


La California Privacy dei Consumatori Legge entra in vigore il 1 ° gennaio, che dà Californiani simili tutela dei dati personali, che i Dati di carattere Generale in materia di Protezione offre i cittadini dell’UE.

In pochi giorni, i Californiani hanno il diritto di accedere ai propri dati personali detenuti dalla società, di avere i propri dati personali cancellati, e opt-out di aziende che vendono le proprie informazioni personali a terzi.

A differenza di GDPR, il CCPA non impugna la stessa massiccia club quando si tratta di sanzioni per aver violato la Legge. Invece di imporre una multa per un singolo caso di violazione dei dati, che potrebbe essere il 2% e il 4% di una società di fatturato annuo, CCPA calcolare la sanzione per $7.500 per ogni record interessato.

“Cominciare a fare i calcoli sulla legge della California, e si potrebbe ottenere molto rapidamente diritto allo stesso livello di fine, come abbiamo visto con la GDPR”, ha richiamato Schuil, presidente di Integris Software, detto IntelAlley.

In uno studio in materia di riservatezza dei dati condotta da Integris Software, le aziende di servizi finanziari sembrano aver preso i preparativi necessari per assicurare di avere affrontato in maniera adeguata i dati-problemi di privacy. Delle imprese intervistate per lo studio, quasi tutti gli intervistati (96%) ha avuto la privacy dei dati e i programmi di sensibilizzazione in atto, mentre il 90% degli intervistati, inoltre, ha dedicato la riservatezza dei dati delle squadre. Circa la metà di quelle squadre (48%) si compone di 25 o più dipendenti, che è più di due volte la dimensione delle squadre al di fuori dei servizi finanziari verticale (23%), secondo gli autori dello studio.

Gli autori hanno anche osservato che il 92% degli intervistati ha dedicato bilanci indirizzo dati i problemi di privacy. La maggioranza degli intervistati (60%) ha assegnato più di $1 milione per i loro dati-privacy bilanci nel 2018, mentre il 28% non assegnato più di $5 milioni per i loro bilanci.

Non sorprendentemente, il 92% delle imprese ha anche detto che si sarebbe aumentare i loro rispettivi bilanci per il prossimo anno, con il 23% di loro pianificazione per aumentare i loro bilanci, 25% o più.

Il numero di persone presenti in un ottimista, ma non dire l’intera immagine dove circa due terzi delle imprese (64%) accesso al 50 o più fonti di dati in cui i dati sensibili, ha detto Schuil.

Quasi un quarto degli intervistati (24%) ha detto che hanno solo aggiornato le proprie informazioni personali inventario una volta l’anno.

“Ancora più preoccupante è che il 13% solo raccogliere informazioni personali quando sottoposte a revisione o a rispettare le normative”, ha aggiunto. “Non è una questione di avere una casella di controllo sui giorni che il sindaco è venuto a vedere lo studio. Se c’è una violazione dei dati, avete fatto abbastanza per essere sostenibile? Hai fatto abbastanza per proteggere i dati individuali?”

Le informazioni personali che va al di là della Sicurezza Sociale e numeri di carta di credito per includere i nomi, cognomi, indirizzi e-mail, indirizzi IP, geo-localizzazione e dati comportamentali.

CCPA mandato normativo anche i dati che potrebbero essere utilizzati per decodificare un’identità, che è un significativo grande problema di dati per il settore, secondo Schuil.

“Un Carnegie Mellon University studio ha trovato che si potrebbe ri-identificare 87% della popolazione degli stati UNITI con un individuo di sesso, data di nascita e codice di avviamento postale,” ha detto. “Uno studio fatto Equifax dati monitorati 15 attributi, trovato che potrebbe re-identificare il 99% delle persone.”

Con raccolta dati di aziende di raccolta di più di 3.000 attributi di individui, di confezionamento e di vendita, non è sorprendente che il 74% degli intervistati ritiene che essi “non sono affatto sicuro di sé” o “non così sicuro” in loro la capacità delle aziende di definire con precisione ciò che costituiva informazioni personali.

“Penso che questo è dove l’industria dovrà essere colti di sorpresa”, ha detto Schuil. “Anche quando la raccolta di informazioni e di de-individuazione di elementi, più maturo, le aziende si rendono conto che hanno raccolto un sacco di dati su individui.”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *