Una Miscela Di Spezie Come La Cannella, Il Coriandolo, Il Cumino E Più Può Aiutare Nel Ridurre L’Infiammazione – Studio


Quando i partecipanti mangiato alto contenuto di carboidrati del pasto con 6gm di spice blend, hanno dovuto abbassare l’infiammazione marcatore

Ciò che rende un piatto appetitoso e diverso dagli altri? La risposta più ovvia è la gamma di spezie utilizzato in una ricetta particolare. Ma non è tutto! Le spezie hanno più l’utilizzo di proprio girando un piatto appetitoso; hanno molti benefici per la salute come bene. Un nuovo studio ha trovato una miscela di spezie, che possono aiutare nel ridurre l’infiammazione nel corpo. Questa Penn State di ricerca è stato pubblicato nel Journal of Nutrition. I ricercatori hanno utilizzato una miscela di basilico, foglia di alloro, pepe nero, cannella, coriandolo, cumino, zenzero, origano, prezzemolo, peperoncino, timo, rosmarino e curcuma per lo studio.

Secondo lo studio, quando i partecipanti mangiato alto contenuto di grassi, alto contenuto di carboidrati del pasto con sei grammi (più o meno tra un cucchiaino di un cucchiaio) delle spice blend aggiunto, hanno dovuto abbassare l’infiammazione indicatore rispetto per i pasti che non aveva o meno le spezie. “Se le spezie sono appetibili per voi, potrebbe essere un modo per fare un alto contenuto di grassi o ad alto contenuto di carboidrati pasto più sano,” ha detto Connie Rogers, professore associato di scienze nutrizionali. Tuttavia, Roger ha aggiunto che lo studio potrebbe non trovare “se era una delle spezie, in particolare, ma questa miscela specifica sembrava di essere utile.”

Come per un ANI report, c’è stato un precedente studio condotto, che collegava le spezie come lo zenzero e la curcuma con proprietà anti-infiammatorie.

Per il presente studio, i ricercatori hanno esaminato 12 uomini di età compresa tra i 40 e i 65 anni. Tutti i partecipanti erano obesi o in sovrappeso e almeno un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. Il motivo per la scelta di questi partecipanti, Rogers ha detto che la gente in questi demografia tendono ad essere a più alto rischio per lo sviluppo più poveri risultati di salute.

“In ultima analisi, il gold standard sarebbe quello di convincere la gente a mangiare più sano e perdere peso ed esercizio fisico, ma tali cambiamenti comportamentali sono difficili e prendere tempo,” Rogers ha dichiarato, aggiungendo: “Così nel frattempo, abbiamo voluto esplorare se una combinazione di spezie che la gente già conosce e potrebbe rientrare in un unico pasto potrebbe avere un effetto positivo”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *