Neeraj Kabi Differenzia Bollywood Ageist Pratiche per Attori, Stelle


Netflix, ultima serie, l’India, il Taj Mahal 1989, quattro stelle di mezza età attori — Neeraj Kabi (Talvar), Geetanjali Kulkarni (Gullak), Sheeba Chaddha (Badhaai Ho), e il danese Hussain (Bardo di Sangue) — in testa, che non è qualcosa che si vede spesso in Bollywood. (Certo, si tratta di un gruppo di millenaria attori, ma i più anziani hanno pari in presenza sullo schermo, se non di più.) Questo nonostante il fatto che alcuni dei India più grandi star, da Shah Rukh Khan per Akshay Kumar, sono tutti di mezza età, che invece sono regolarmente visto giocare caratteri diversi anni più giovane di loro.

Parlando di Gadget 360 mercoledì a Mumbai, Kabi ha detto: “vorrei chiedere il settore: perché è che l’età è un problema? Perché non scrivere storie per le persone che hanno attraversato un’epoca di 40, 45, 50, 55, 60, 65? Ci sono grandi artisti che abbiamo nel nostro paese. E allora perché non ti tocco? Perché non sono i produttori a venire avanti? Perché hanno la sensazione che il pubblico non vedere?

“Si sta dando così tanto di contenuti, oggi, tante scelte, si dispone di un enorme pubblico in attesa là fuori. La scrittura di storie, si esegue bene, la gente lo vedrà. Rimane ancora un mistero per me. Ma sì, è un dato di fatto che non è facile. È una sfida per chiunque di scrivere, per chiunque di produrre film, in cui si dispone di mezza età attori che sono nella stessa forma che essi sono.

Kabi fatto una differenza cruciale per le stelle, anche se: “Animatori sono diversi perché hanno bisogno di guardare in un modo particolare. Fanno colore dei loro capelli, si fanno costruire i loro corpi e tutto, ma un intrattenitore. Così deve essere, non può essere di carattere. La gente ama le stelle, perché li ho visti dal momento che il tempo è venuto sullo schermo all’età di 25 o 26 o 27. Il pubblico ha una memoria di un certo attore dal suo primo film.

“Si desidera loro di guardare la stessa anche oggi, hanno lo stesso aspetto. Il pubblico non li accettano in qualsiasi altra forma. I poveri cap è vivere fino all’età di 55 anni, di qualsiasi età, fino a che il pubblico è come, ‘va Bene, ora che abbiamo finito con te, non siamo in grado di vedere voi. Si può smettere di fare quello che stai facendo per mantenere se stessi come che. Ora andare a vivere la tua vita.” Ma per attori, penso che sia molto importante essere dato questa opportunità. E che deve provenire dall’industria. Non c’è altro modo.”

Taj Mahal 1989 è il Giorno di san Valentino, il 14 febbraio su Netflix in tutto il mondo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *