Mangiare Meno Frutta E Verdura Legata Al Disturbo D’Ansia: Studio


Le persone che hanno un basso apporto di frutta e verdura può essere più inclini a ansia, la ricerca ha rivelato. Lo studio pubblicato sulla rivista International Journal of Environmental Research and Public Health ha rivelato l’impatto di una dieta povera di ansia. Coloro che consumano meno di tre fonti di frutta e verdura al giorno, aveva almeno il 24 per cento in più di probabilità di diagnosi di disturbo d’ansia.

“Questo potrebbe in parte spiegare anche i risultati associati con la composizione del corpo misure. Come livelli di totale di grasso corporeo aumentato di oltre il 36 per cento, il rischio di disturbo d’ansia è aumentato di oltre il 70 per cento,” ha detto il co-autore Jose Mora-Almanza, un Mitacs Globalink Interno che ha lavorato con lo studio al Politecnico di Kwantlen University in Canada.

Aumento del grasso corporeo può essere collegati a una maggiore infiammazione, hanno detto i ricercatori nel loro studio. Le ultime ricerche suggeriscono che alcuni disturbi d’ansia potrebbe essere legato all’infiammazione.

“I nostri risultati sono in linea con la ricerca precedente che ha anche indicato che le donne sono più vulnerabili a disturbi d’ansia rispetto agli uomini,” ha detto lo studio co-autore Karen Kobayashi.

Dati dal Canadese Studio Longitudinale sull’Invecchiamento che comprendeva 26,991 uomini e donne di età compresa tra 45 e 85, è stato studiato in dettaglio da un team di ricercatori.

In aggiunta a dieta e la composizione del corpo misure, la prevalenza di disturbi d’ansia anche differivano per sesso, stato civile, reddito, status di immigrato e diversi problemi di salute.

Per esempio, una donna su nove avuto un disturbo d’ansia rispetto a uno in quindici uomini. Lo studio ha anche detto che la prevalenza di disturbi d’ansia, tra coloro che avevano sempre stato single (13,9%) era molto più alto rispetto a quelli che vivono con un partner (7,8 per cento).

Inoltre, uno su cinque intervistati con un reddito familiare al di sotto di $20.000 per anno aveva disturbi d’ansia, più che doppia rispetto alla prevalenza delle loro controparti più ricco.

“Non siamo stati sorpresi di scoprire che chi è in povertà avuto un’alta prevalenza di disturbi d’ansia, lottando per permettersi di base come cibo e alloggio cause inesorabile stress ed è intrinsecamente ansia inducendo,” ha detto lo studio co-autore Hongmei Tong, Professore Assistente presso la MacEwan University in Canada.

(Questo contenuto, ivi compresa la consulenza fornisce solo informazioni generiche. Non è in alcun modo un sostituto per il qualificato parere di un medico. Consultare sempre uno specialista o il proprio medico per ulteriori informazioni. NDTV non rivendicare la responsabilità per queste informazioni).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *