L’Olio Di Oliva Nella Dieta Mediterranea È Legata Alla Durata Della Vita Più Lunga: Studio


Persone in tutto il mondo approva la dieta Mediterranea hanno una serie di potenziali benefici per la salute. Diversi studi nel periodo di tempo hanno dimostrato le testimonianze dei vantaggi di questa dieta – di promuovere un cuore sano per mantenere il diabete. Un recente studio, in quella nota, ha trovato che l’olio di oliva nella dieta può aiutare a migliorare la durata e la mitigazione invecchiamento, malattie correlate. È suggerito che i grassi contenuti nell’olio di attivare un certo percorso di cellule, che aiutano a migliorare la stessa. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Molecular Cell.

Secondo un report in CRISTIANI, studi precedenti avevano suggerito che il vino rosso della dieta Mediterranea ha molti benefici per la salute a causa del suo contenuto del composto, che è chiamato resveratrolo.

“Abbiamo trovato che il modo in cui questo grasso funziona si deve prima ottenere memorizzati in cose microscopiche chiamato goccioline di lipidi, che è come le nostre cellule di immagazzinare il grasso. E poi, quando il grasso è ripartito durante l’esercizio o il digiuno, per esempio, è quando la segnalazione e gli effetti benefici sono realizzati”, ha detto di studio ricercatore Doug Mashek presso l’Università del Minnesota.

Tuttavia, lo studio ha anche suggerito che il semplice consumo di olio di oliva non è sufficiente per ottenere tutti i benefici per la salute. Funziona più quando le coppie con il digiuno, limitando l’apporto calorico ed esercizio fisico.

I prossimi passi per la loro ricerca, come per Mashek, è “per capire la biologia, e poi tradurre per gli esseri umani, si spera di cambiare il paradigma dell’assistenza sanitaria da parte di qualcuno di andare a otto diversi medici per trattare il suo o i suoi otto diversi disturbi.”

“Queste sono tutte legate all’invecchiamento malattie, quindi cerchiamo di trattare l’invecchiamento,” Mashek aggiunto.

In un altro studio, pubblicato sulla rivista ‘Budello’, e ‘ stato scoperto che questa dieta aiuta a stimolare i tipi di batteri intestinali legati al ‘sana’ invecchiamento, mentre la riduzione di quelli associati con dannose infiammazione nelle persone anziane”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *