Jeff Bezos di Proprietà del Washington Post, Sbattuta dal Governo Su Politiche Editoriali


Il primo Ministro Narendra Modi, il partito venerdì sbattuto le politiche editoriali del miliardario Jeff Bezos di proprietà del Washington Post, e anche il suo e-commerce azienda Amazon ha annunciato l’intenzione di creare un milione di posti di lavoro nel paese entro il 2025.

Vijay Chauthaiwale, il capo del Bharatiya Janata Party (BJP) del ministero degli affari esteri, ha detto che c’era “un sacco di problemi” con il giornale della copertura dell’India, senza dare esempi specifici.

Scorrere il Post è venuto un giorno dopo che il ministro ha dato poca attenzione al di Amazon piani di investimento per l’India.

Bezos ha elogiato l’India durante il suo corso di visita, dicendo che il 21 ° secolo sarà l’Indiano secolo e che il dinamismo e l’energia nel paese era “qualcosa di speciale”.

“Io non sono opposti Amazon come azienda, infatti io sono un cliente abituale … Jeff Bezos dovrebbe andare a casa a raccontare Washington Post qual è la sua impressione sull’India,” Chauthaiwale ha detto a Reuters.

“The Washington Post” politica editoriale è molto sbilanciata e agenda guidato.”

Washington Post (India capo ufficio, Joanna Slater, di cui Reuters richiesta di commento a il giornale portavoce di Washington, che non ha risposto immediatamente al di fuori del normale orario di lavoro.

Chauthaiwale in passato, è stato critico nei confronti di stranieri media su questioni politiche, compresa la contesa regione del Kashmir, che è sostenuto da India e Pakistan, dicendo di copertura è stato prevenuto nei confronti dei Modi.

Amazon non ha risposto a una e-mail cerca di commento sulla Chauthaiwale osservazioni.

In Amazon dichiarazione venerdì che annuncia la creazione di posti di lavoro piani, Bezos ha affermato: “siamo entusiasti di ciò che si trova davanti”, ma proteste di strada di questa settimana, i piccoli commercianti e commenti negativi da parte dei politici hanno fatto Bezos’ visitare un incubo per le pubbliche relazioni per Amazon.

In India, i negozianti hanno rappresentato un nucleo di circoscrizione per il BJP, fin dai primi giorni di festa. E fonti ha detto a Reuters che Modi, che altrimenti corteggiata gli investitori stranieri, era improbabile per soddisfare Bezos durante la sua visita, nonostante le ripetute richieste da parte dell’azienda alla luce dei commercianti’ di preoccupazioni e di un continuo sonda antitrust.

Inacidimento Sentimento

In India l’anno scorso imposto regole severe per gli investimenti esteri nell’e-commerce, che ha costretto Amazon a rielaborare le sue strutture di business e tese legami tra Nuova Delhi e Washington.

Negli ultimi mesi, il governo ha detto che è preoccupato per questioni sollevate da India mattoni e malta rivenditori che dicono di essere stata colpita da Amazon e Walmart del Flipkart che non rispettano i regolamenti e bruciare miliardi di dollari per offrire sconti ripidi. Le aziende negano le accuse.

India antitrust questa settimana ha lanciato una sonda in Amazon e Flipkart.

Giovedì, Bezos ha partecipato a un evento aziendale a Mumbai con attori di Bollywood come Shah Rukh Khan e ha detto che la società avrebbe “raddoppiare” gli investimenti sul suo servizio di streaming di video, il Primo Video.

Ma l’evento è stato messo in ombra da commenti fatti da India, il ministro del commercio di Piyush Goyal, che ha sollevato domande sulle pratiche commerciali della società, mentre affronta una conferenza a New Delhi e ha detto Amazon ha fatto nessun favore per l’India con l’annuncio di una nuova 1 miliardo di dollari (circa Rs. 7,094 crore) di investimento.

I dirigenti del settore e i loro consulenti ha detto a Reuters il venerdì che Goyal osservazioni sono state probabilmente a rimandare gli investitori stranieri, intaccare la crescita economica dell’India, che è già previsto un calo per un 11-anno basso di quest’anno.

“Questo chiaramente è disdicevole, e si farà male come il mondo vede l’India come destinazione”, ha detto un dirigente di una società americana che operano in India.

© Thomson Reuters 2020

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *