Facebook fa a pugni Con l’UE Regolatore di Oltre Dating App Ritardo


Facebook e la sua Irlandese di dati regolatore ha dato segnali contrastanti giovedì di sapere cosa ha causato il gigante tecnologico di posticipare il lancio Europeo della sua tanto decantata dating app.

La California-based behemoth si alzò un pezzo di 2,5 miliardi di utenti al mese, alla vigilia del Giorno di san Valentino, da ammettere che Facebook Dating non sarebbe stato pronto per il suo hyped giovedì debutto nell’UE.

La nuova funzionalità è stato il tentativo di conquistare la giovane cuore dal mese di settembre ed è stato introdotto Asiatici utenti in Thailandia nel mese di novembre. È iniziato a testare in Colombia nel 2018.

Ma le cose sono più complicate nell’Unione Europea a causa del blocco rinforzato-up materia di protezione dei dati.

Bruxelles ha introdotto il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR), nel 2018, per dare alla gente più controllo sopra le loro impostazioni sulla privacy — particolarmente sensibile al problema per Facebook.

L’azienda opera in Europa di Dublino ed è regolata da Irlanda per la Protezione dei Dati della Commissione (IDPC).

Entrambi i lati respinto la colpa per il ritardo, e nessuno può dire quanto tempo sarebbe durato.

Il regolatore ha detto Facebook solo informato circa il nuovo prodotto di lancio, il 3 febbraio.

Ma un senior IDPC detto ufficiale di Facebook fornito regolatori dei dati per la valutazione della sicurezza fino a quando hanno perquisito la sua sede di Dublino lunedì.

Facebook ha detto alla AFP che “non ha l’obbligo giuridico” per informare il regolatore di nulla.

Il regolatore di vice commissario Graham Doyle ha detto alla AFP che questo è tecnicamente vero.

Ma Doyle, ha aggiunto che l’IDPC non aveva altra scelta, ma di guardare per il funzionamento interno della funzione, una volta realizzato Facebook stava per renderlo disponibile a milioni di potenziali UE agli utenti.

“Ci sono stati, ovviamente, andando a guardare in questo lancio di un prodotto,” Doyle ha detto in un’intervista telefonica.

“Abbiamo seguito il percorso che abbiamo dovuto seguire. Una volta Facebook è venuto a noi che, alla fine della giornata, non siamo stati in grado di completare la valutazione.”

E ‘una cortesia
GDPR ha messo in difficoltà altre grandi media STATUNITENSI imprese.

Il Chicago Tribune capogruppo non è ancora GDPR conforme e 147-anno-vecchio giornale rimane inaccessibile in Europa senza reti private virtuali (Vpn) — semplici dispositivi che maschera la posizione di un utente.

Ma Facebook non può contare su una Vpn per prosperare e deve collaborare con le autorità Irlandesi.

Esso, pertanto, bisogno di dimostrare al IDPC che è stato non mettere i dati della sua nuova funzionalità gli utenti in “alto rischio”.

Che la richiesta di Dati per la Valutazione d’Impatto sulla Protezione — qualcosa di Irlandese regolatore ha detto che solo procurato durante la sua ricerca di ufficio dell’azienda il lunedì.

Facebook ha detto alla AFP che aveva completato la valutazione “in anticipo” e condiviso con il regolatore “quando hanno chiesto”.

L’IDPC presentato un elenco di domande da Facebook circa la sua valutazione su martedì.

Eppure era già evidente che Facebook non sarebbe in grado di rispondere a tutto, il giovedì e il IDPC annunciato il ritardo sul suo sito web il mercoledì.

Non è chiaro perché Facebook ha aspettato fino all’inizio di febbraio, per informare l’IDPC il lancio.

Facebook ha detto che ha dato il IDPC preavviso di due settimane e non di 10 giorni.

Il regolatore ha detto che avrebbe semplicemente dovuto chiedere la stessa esatta valutazione dei dati da Facebook se aveva lanciato l’app senza alcuna notifica a tutti.

Facebook ha detto alla AFP che ha informato il IDPC circa la funzione di in-anticipo “, come cortesia”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *