Facebook Avrebbe Permesso Di Hitler Post Anti-Semita Annunci, Dice Sacha Baron Cohen


Adolf Hitler sarebbe stato in grado di mettere anti-Semita pubblicità su Facebook “the social network” esisteva nel 1930, secondo il Britannico comico e attore Sacha Baron Cohen.

Il 48-year-old Ali G star individuato il NOI gigante tecnologico nel corso di una infuocata bordata di giovedì contro la società di social media per amplificare l’odio e la violenza come parte di “la grande macchina della propaganda nella storia”.

Parlando all’Mai È Adesso, l’Anti-Defamation League di New York conferenza sull’Antisemitismo e di odio, ha preso di mira Facebook per l’esecuzione di politiche pubblicità senza fact-checking.

“In questa logica perversa, se Facebook sono stati in giro nel 1930, avrebbe permesso a Hitler di post di 30 secondi annunci per la sua “soluzione” al ” problema Ebraico,'” Baron Cohen ha detto come ha accettato l’ADL Premio Internazionale per la Leadership.

Facebook ha detto alla AFP, tuttavia, l’attore aveva travisato le sue politiche.

“L’odio è effettivamente vietato sulla nostra piattaforma. Vietiamo le persone che sostengono la violenza e siamo rimuovere chi loda o supporta,” un portavoce ha detto.

“Nessuno — compresi i politici, possono avvocato o pubblicizzare odio, di violenza o di omicidi di massa su Facebook.”

Baron Cohen, il commento è venuto un giorno dopo che Google ha detto che non avrebbe permesso politici agli inserzionisti di utilizzare “microtargeting” in base ai dati di navigazione, l’appartenenza politica o di altri fattori, tra cui su YouTube.

Google ha anche cercato di chiarire la sua politica, indicando di non consentire “affermazioni false” nella pubblicità, politica o altro.

La mossa seguito di un bando di Twitter sulla maggior parte dei tipi di politica degli annunci e viene in mezzo a una crescente pressione sulle piattaforme internet per frenare la diffusione di disinformazione in giro per le campagne politiche.

Facebook, che ha respinto gli sforzi fatti controllare discorso politico o di annunci, è invitato a seguire l’esempio.

“Quindi, ecco una buona norma e prassi: Facebook, avviare il fact-checking gli annunci politici prima di eseguire loro,” ha detto Baron Cohen.

“Stop micro-mirati si trova subito, e quando gli annunci sono falsi, dare indietro i soldi e non li pubblica.”

Il controverso satirico dell’anarchico, bizzarri-in stile commedia ha generato celebrato TV e personaggi del cinema come Ali G e Borat Sagdiyev-per non parlare di un successo, la causa occasionale e un hatful di premi.

Ha continuato ad attaccare Facebook chief Mark Zuckerberg caratterizzazione della società come un bastione di “libertà di espressione”.

“Penso che potremmo essere tutti d’accordo che non dobbiamo dare bigotti e pedofili una piattaforma gratuita per amplificare il loro punto di vista e di destinazione le loro vittime”, ha detto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *