È Olio Di Semi Di Soia Non Va Bene Per Il Cervello? Trovare Ciò Che Lo Studio Dice


Sei stato a consumare olio di semi di soia nella vostra dieta? Se sì, allora dare un secondo pensiero. Un recente rapporto ricercatori dall’Università di California, Riverside, di cui uno di origine Indiana, ha suggerito che ampiamente consumato olio di semi di soia, non solo porta a obesità e il diabete, ma può anche influenzare le condizioni neurologiche come l’autismo, la malattia di Alzheimer, l’ansia e la depressione. Lo studio, condotto sui topi, è stato pubblicato nella gazzetta Endocrinologia. Nello studio, gli scienziati hanno trovato evidenti effetti di olio di semi di soia sull’ipotalamo, dove un certo numero di processi critici di prendere posto. Hanno scoperto quasi 100 geni, tra cui il ‘ormone dell’amore’ ossitocina prodotta nell’ipotalamo, influenzata dall’olio di semi di soia dieta.

Secondo Margarita Curras-Collazo, professore associato di neuroscienze e autrice principale dello studio, “L’ipotalamo regola il peso del corpo attraverso il metabolismo, mantiene la temperatura del corpo, è fondamentale per la riproduzione e la crescita fisica, come pure la vostra risposta allo stress.” Tuttavia, il team di ricerca non ha ancora sottolineato che le sostanze chimiche nell’olio sono responsabili per i cambiamenti che si sono trovati nell’ipotalamo. Ma lo studio ha notato che hanno escluso due candidati. Non è l’acido linoleico, dal momento che l’olio modificato anche prodotto genetico interruzioni; né è stigmasterolo, il colesterolo come la chimica che si trova naturalmente in olio di semi di soia. Identificare i composti responsabili degli effetti negativi è un’area importante per il futuro della squadra di ricerca.

(Leggi anche: Omega-6 Grassi Può Aumentare il Rischio di Diabete nelle Ragazze)

La squadra rispetto topi che sono stati alimentati con tre diverse diete ad alto contenuto di grassi: olio di soia, olio di semi di soia modificata a basso contenuto di acido linoleico, e olio di cocco. “Questo potrebbe aiutare a progettare più sano oli dietetici in futuro,” ha detto Poonamjot Deol, primo autore dello studio. “È importante notare che non vi è alcuna prova che l’olio sono le cause di queste malattie,” gli autori ha scritto.

Essi credono che questa scoperta potrebbe avere conseguenze non solo per il metabolismo energetico, ma anche per la corretta funzione cerebrale e malattie come l’autismo o il morbo di Parkinson. Deol ha dichiarato, “Se c’è un messaggio che voglio che la gente la prenda, è questo: ridurre il consumo di olio di semi di soia.”

Questo è lo stesso team di ricercatori che nel 2015 trovato che l’olio di soia induce obesità, diabete, insulino-resistenza e fegato grasso nei topi. Quindi nel 2017 studio, lo stesso gruppo imparato che se l’olio di soia è progettato a basso contenuto di acido linoleico, induce meno obesità e insulino-resistenza.

È importante notare che i team hanno detto che i risultati si applicano solo per l’olio di soia – non anche per altri prodotti di soia o di altri oli vegetali. “Non buttare via il vostro tofu, latte di soia, edamame, o salsa di soia,”, ha detto Frances Sladek, un UCR tossicologo e professore di biologia cellulare, aggiungendo che “Molti prodotti a base di soia contengono solo piccole quantità di olio, e grandi quantità di composti salutari come gli acidi grassi essenziali e proteine”.

(Questo contenuto, ivi compresa la consulenza fornisce solo informazioni generiche. Non è in alcun modo un sostituto per il qualificato parere di un medico. Consultare sempre uno specialista o il proprio medico per ulteriori informazioni. NDTV non rivendicare la responsabilità per queste informazioni).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *