Disturbo Da Abuso Di Alcol Dei Genitori Può Influenzare Il Funzionamento Del Cervello Nei Bambini, Dice Studio


L’alcolismo in famiglia possono avere un impatto negativo cervello transizioni.

C’è stato un sacco di prove attraverso vari studi che la storia familiare di abuso di alcol può avere un impatto cervello di una persona di anatomia e fisiologia. Ma, questi studi soprattutto attivo e stati di riposo della mente separatamente. Una nuova ricerca ha analizzato in completa cervello configurazione studiando il cervello transizioni tra attivo e stati di riposo al di là delle proprie abitudini di consumo. I risultati hanno confermato che se i genitori soffriva di disturbo da abuso di alcol, potrebbe avere un impatto negativo sulla cerebrale dei bambini transizioni.

Il cervello umano è noto per riconfigurarsi tra il completamento di un mentalmente impegnative attività e di riposo. Lo studio che è stato condotto dai ricercatori della Purdue University e l’Indiana University School of Medicine afferma che la riconfigurazione andare sistematicamente nel cervello di persone con una storia familiare di un disturbo da abuso di alcol. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista NeuroImage. Lo studio è stato condotto da Enrico Amico, un ex Purdue ricercatore post-dottorato che è ora ricercatore presso l’EPFL di Losanna, in Svizzera.

(Leggi Anche: Frequenti Potabile Può Causare Più Male Che Binge Drinking)

k2dfoj0o

Storia di abuso di alcol dei genitori possono influenzare il funzionamento del cervello

“Un sacco di ciò che il cervello di fare è di passare tra le diverse attività e gli stati. Abbiamo il sospetto che questa task-switching potrebbe essere un po ‘ inferiore nelle persone con una storia familiare di alcolismo,” ha detto David Kareken, professore di neurologia.

Per lo studio, il team di ricercatori presso l’Università dell’Indiana misurato l’attività cerebrale dei partecipanti di studio con una risonanza magnetica (MRI scanner che ha completato un mentalmente impegnativo compito di un computer, e misurato come hanno risposto a un ritardo ricompense. Circa la metà dei 54 partecipanti allo studio era la storia della famiglia di alcolismo.

“Queste regioni del cervello di parlare tra di loro e sono fortemente implicati in attività, anche se da questo punto, il lavoro è già stato completato. Sembra quasi come un’eco nel tempo di ciò che era accaduto,” Kareken aggiunto.

Lo studio ha scoperto che i partecipanti privi di transizione aveva anche i fattori di rischio che sono un riflesso dell’alcolismo e dei relativi aspetti comportamentali inclusi i sintomi della depressione, e la ricompensa-impazienza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *