Dietro il Marciapiede: Uno Sguardo da Vicino al Trading Cordoli in Asia i Mercati


Da Keith Lau, Direttore, responsabile di APAC Sistematica Copertura della clientela, AES, Credit Suisse

Keith Lau, il Credit Suisse AES

Nel Marzo del 2020, gli investitori alle prese con un mercato volatile rotta sul retro del COVID-19 scoppio e olio di guerre di prezzo. Il più eclatante segno di investitore spavento è stato testimoniato nel mercato “paura ” gauge” – indice VIX, che ha registrato un massimo di 80, un livello non più visitato dopo la Crisi Finanziaria Globale (GFC) nel 2008.

Sulla scia di queste mosse, trading camere e Bloomberg chat stanze erano illuminate di rosso alcuni giorni con avvisi di “Interruttori” – temporanee di mercato ferma che permettono agli investitori di razionalizzare gli ordini, di rivalutare le condizioni di mercato e regolare decisioni di trading fino a quando il mercato riprende di nuovo. In alcuni mercati, blue chip stock furono ancorati al “limite inferiore” per giorni e giorni.

I diversi mercati in Asia che hanno modi diversi di affrontare il comune obiettivo di “mantenere un equo e ordinato funzionamento del mercato”, che pone sfide uniche per gli operatori con diversi obiettivi. In questo articolo, vorrei discutere brevemente la miriade di forme di negoziazione cordoli in Asia, e sia la loro destinazione, e di conseguenze non intenzionali.

UNICO STOCK, IL LIMITE DI UP / DOWN LIVELLI, E L’EFFETTO CALAMITA

In Asia, alcune delle principali borse impiegare limite di prezzo massimo e minimo i livelli di singoli titoli. Per esempio,Taiwan ha un 10% di up/down fascia di prezzo rispetto prezzo di chiusura precedente per tutti elencati stock.

Mentre sul viso di valore, costringendo le scorte al commercio all’interno di un 10% di banda sembrerebbe un chiaro indicatore di limitare la volatilità, la sola presenza incombente del limite di prezzo altera anche trader comportamento in un modo che potrebbe essere controproducente per l’obiettivo previsto. Alcuni la chiamano “effetto calamita”, dove di montaggio pressione di vendita (in un mercato orso) e nel sentimento negativo può accelerare la gli investitori di “fuggire prima che la finestra si chiude,” diventando quindi si auto-adempie la sua natura. A peggiorare le cose, una volta che un titolo raggiunge il limite di down, qualcuno che sta lavorando a un ordine di vendita può essere lasciato con l’apprensione di incertezza nell’adempimento di esecuzione per il giorno. Se viene visualizzata la pressione di vendita continua a montare sul book, si serve di ulteriori unità di paura e di panico, che può continuare a peg magazzino a limitare giù il giorno successivo.

VCM – LA RISPOSTA MIGLIORE PER SINGLE STOCK TRADING CORDOLI?

Il Meccanismo di Controllo della Volatilità, o VCM in breve, è stato introdotto nel 2016 la Borsa di Hong Kong (SEHK) con l’obiettivo di placare tutti gli investitori, fornendo un trading frenare con il miglior compromesso: non è un halt trading, non è una sospensione, e non è statico limite di prezzo, che sono tutti in genere misure citato come dirompente di trading cordoli. Il VCM (nella sua introduttiva configurazione) opere a guardare una variabile prezzo di riferimento (definito come l’Ultimo Trade prezzo di 5 minuti fa), e se le azioni sono scambiate a un livello del 10% di distanza da questo prezzo di riferimento, il mercato sarà di transizione in 5 minuti di “periodo di raffreddamento”,durante il quale la negoziazione continua, ma è limitato al 10% fascia di prezzo dal prezzo di riferimento.Il mercato riprende torna alla normalità dopo il periodo di raffreddamento, consentendo alle forze di mercato di continuare a dettare la determinazione del prezzo.

Il VCM parzialmente risolve il problema della “effetto magnete”facendo riferimento a una variabile limite di prezzo statico limite di prezzo, e anche, perché la continuità di trading è conservato durante il periodo di raffreddamento, il meccanismo consente agli investitori un grado di libertà per liquidare le posizioni in un mercato volatile. È interessante notare che, fin dall’avvio iniziale del VCM nel 2016, non è mai stato attivato (al momento di scrittura). L ‘ 11 Maggio 2020, un accessorio per il HKEX VCM è stato implementato per la copertura di un più ampio universo delle scorte, e anche per applicare una struttura a più livelli sulle soglie di trigger.

A LIVELLO DI MERCATO INTERRUTTORI

Come il New York Stock Exchange (NYSE), con l’interruttore di circuito che è legato al S&P 500 si muove il giorno, varie Asia i mercati hanno implementato simili cordoli di base sfalsati i livelli di trigger che risultato nel trading ferma. Intimo implementazioni dell’interruttore di circuito, gli investitori sono stati in grado di continuare l’attività dopo un breve pre-stile aperto asta in cui la determinazione del prezzo di curriculum e volumi di stampa sul nastro.

Tuttavia, i benefici degli interruttori può essere eclissato se il prezzo soglie sono troppo stretti, dove l’accelerazione effetto di questi limiti potrebbe composti per produrre indesiderati e indesiderabili conseguenze. Un esempio può essere visto con l’introduzione del mercato interruttore di circuito in Cina nel 2016: il cambio è intervenuto attraverso due interruttore livelli, 5% e il 7%, e, infine, indotta da un full-day trading fermare, portando a chiudere il breve giorno di negoziazione in storia clock a soli 29 minuti.

FARE TRADING CORDOLI DI LIMITARE LA VOLATILITÀ?

Anche se questa non è la funzione di trading cordoli, per l’investitore medio, si sarebbe tentati di disegnare sulla convinzione che la loro attività sarebbe più isolati da negativo il prezzo si muove, se la contrattazione cordoli erano presenti. Dare un’occhiata a il massimo intraday di prelievo del mercato Asiatico durante la più tumultuosa settimane di Marzo, vediamo che i mercati in cui a livello di mercato interruttori (in giallo) non presentano significativamente meno utilizzato rispetto a quelli senza (Hong Kong, Giappone, Australia e Singapore). Anche se non si deve pensare che questi mercati sono perfettamente correlate,la varianza dei risultati non sembrano essere significativi.

Massimo intraday prelievo dei principali Asia indici di mercato

Pertanto, è importante per capire il vero spirito del prezzo a base di trading di marciapiedi: si intende per risolvere i problemi causati da errata negoziazione e/o per facilitare l’effettiva determinazione del prezzo, fornendo un “time-out” per mettere in pausa, di valutare, di inibire il panico, e pubblicizzare l’ordine degli squilibri. Quello che non mirano a risolvere, è quello di ridurre la “volatilità” – che può essere un termine improprio per alcuni.

BREVE VENDERE I DIVIETI –AMICO O NEMICO?

Un certo numero di scambi in Asia hanno adottato Breve Vendere i divieti – per limitare questi ordini a titolo definitivo (Corea, Malesia e Indonesia), che stringe uptick regole (Thailandia e Taiwan mercato), o limitando la circolazione breve interesse (Taiwan). Breve venditori hanno, a volte, è stato identificato come il colpevole per il mercato si muove al ribasso. Tuttavia, diversi studi empirici hanno dimostrato il contrario, come breve attività di vendita spiana i presupposti per i market maker e stat-arb fondi per continuare la fornitura di liquidità, di assorbire urti e prezzo lussazioni, e mantenere l’agevolazione dell’prezzo effettivo di scoperta. Uno dei documenti pubblicati Helmes, Henker e Henker (2011) ha affrontato la questione. Intitolato “Come l’Australiano divieto di vendita allo scoperto durante il GFC mercato interessato in qualità di volatilità”, l’evidenza empirica mostrato in studio ha evidenziato gli effetti di Breve Vendere Bando come segue:

1. Ridotto significativamente l’attività di negoziazione Australiano titoli finanziari.

  • un. In particolare, il fatturato medio di Australian stock finanziari durante il periodo di divieto è diminuito di oltre il 40% rispetto al periodo di divieto di periodo.
  • b. Quando il divieto di vendita si è conclusa il 25 Maggio 2009, il fatturato dell’Australiano titoli finanziari sono cresciuti notevolmente e rimasto significativamente superiore nei due mesi seguenti.

2. Aumento del bid e ask spread.

3. Aumento della volatilità intraday.

4. Nessuna prova per la durata di supporto dei prezzi da restrizioni.

L’Australia Investimenti in Titoli Commissione, (ASIC) ha pubblicato un report (2012) sull’impatto di breve vendere divieto di postare il GFC e hanno concluso che:

  • I dati suggerito breve la vendita di lag, piuttosto che a led prezzo scende,
  • Il divieto di vendita allo scoperto può avere intensificato stock prezzo diminuisce (come questo non sarebbe possibile, post-ban), e
  • Non c’era nessuna statistica o economica, la prova che la vendita allo scoperto è stato alla guida di stock prezzo diminuisce prima dell’introduzione del divieto in Australia.

Mentre questi risultati sono basati esclusivamente sull’Australia del mercato azionario, ci sono le osservazioni che potrebbe valere per altri mercati, e, pertanto, garantisce un’attenta considerazione.

IN CONCLUSIONE

Con la crescente sofisticazione dei mercati finanziari, mercato di scambio di struttura ora gioca sempre ruolo importante nel preservare l’integrità dei mercati, soprattutto durante i periodi di turbolenza. La chiave per l’implementazione di trading di successo, cordoli, è di impostare regole e livelli di soglia che trovare un equilibrio tra il previsto e conseguenze indesiderate, factoring in unica base di investitori e di struttura del mercato di borsa. In Asia i mercati devono continuare a perseguire l’ottimale di trading cordoli e controlli, per il beneficio della comunità di investimento in tutto il mondo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *