Coronavirus Scoppio: Google Lancia un Nuovo Allarme SOS per Offrire Informazioni Accurate, Consigli di Sicurezza


Come il coronavirus scoppio diventa globale, un sacco di persone in tutto il mondo sono curioso di saperne di più dettagli su di esso. Google e CHE si sono uniti per creare un nuovo allarme SOS per tutti i coronavirus ricerche su il gigante della ricerca piattaforma. Quando qualcuno cerca “coronavirus” o parole chiave correlate, l’utente vedrà una curata pagina dei risultati di ricerca con le ultime notizie, gli aggiornamenti in diretta da Twitter, e le informazioni importanti su coronavirus da CHI. Ora come ora, Google sta mostrando gli stessi avvisi in tutti i paesi, ma questi potrebbero essere localizzati in seguito.

Google global communications team twitter circa l’attivazione del nuovo, l’allarme di SOS per il coronavirus scoppio, in collaborazione con l’OMS, giovedì. Inoltre, Google ha anche annunciato via un altro tweet che la società sarà la donazione di una somma di $250.000 per la Croce Rossa Cinese via Google.org.

L’OMS ha dichiarato la recente coronavirus epidemia globale di emergenza di salute pubblica di giovedì scorso. Finora, ci sono stati più di 8.000 casi confermati e oltre 200 decessi in tutto il mondo. In India, un caso confermato di coronavirus malattie correlate è stato segnalato dal Kerala questa settimana.

Introdotto nel 2017, Google SOS avvisi sono destinati per gli eventi critici che possono compromettere la pubblica sicurezza. Questi annunci-libero a cura pagine dei risultati di ricerca sono progettati per offrire accurate e le risorse utili per le persone che durante i periodi di emergenza per la salute pubblica.

In un documento di supporto, Google ha confermato che le fonti di contenuti per il suo SOS avvisi da parte di agenzie governative, di primo intervento, di fiducia per i media e le Ong. L’azienda si avvale anche di alcuni dei suoi prodotti, come Google Maps e Google News per informazioni aggregate.

Il coronavirus scoppio è anche l’impatto di business in Cina e le imprese che si basano su componenti dal paese. Tesla è l’arresto di Shanghai fabbrica per il momento, Apple dice che ha chiuso un negozio al dettaglio, in Cina e limitato viaggiare per il paese. Apple top fornitore Foxconn ha detto che sarà in grado di soddisfare il suo prodotto obblighi nonostante il coronavirus epidemia in Cina. Nel frattempo, Facebook e LG sono alcune delle aziende che hanno limitato i viaggi di lavoro dei propri dipendenti in Cina.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *