Coronavirus: Facebook per Rimuovere la Disinformazione Dopo CHE Dichiara Emergenza Globale


Facebook ha detto giovedì è prendere giù la disinformazione sulla Cina la rapida diffusione del coronavirus in un raro partenza dal suo approccio al contenuto di sanità, dopo che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato l’epidemia di un’emergenza sanitaria globale.

Il mondo è più grande rete sociale detto in un post sul blog che vorresti rimuovere il contenuto sul virus “con affermazioni false o teorie del complotto che sono stati contrassegnati dalla leader a livello globale, le organizzazioni sanitarie e le autorità sanitarie locali”, dicendo che tali contenuti violano il divieto di disinformazione che porta a danni fisici.”

La mossa è particolarmente aggressivi per Facebook, che limita in genere la distribuzione di contenuti che contengono salute disinformazione attraverso restrizioni sui risultati di ricerca e la pubblicità, ma permette di post originali per rimanere aggiornato.

Questo approccio ha fatto arrabbiare i critici che dicono che l’azienda non è riuscita a contenere il diffondersi di inesattezze che rappresentano una delle principali minacce per la salute globale.

In particolare, la disinformazione circa la vaccinazione si è diffusa sui social media in molti paesi negli ultimi anni, anche durante le principali campagne di vaccinazione per prevenire la poliomielite in Pakistan e proteggere contro la febbre gialla in Sud America.

Facebook, sotto un feroce controllo di tutto il mondo negli ultimi anni in materia di privacy, ha rimosso in precedenza vaccino contro la disinformazione in Samoa, dove un focolaio di morbillo ucciso decine fine dello scorso anno, dopo aver determinato la situazione era così grave che le imprecisioni sono stati rischi di danno fisico, un portavoce ha detto a Reuters, chiamando la mossa di un “azione estrema.”

Anche rimosso la disinformazione sui vaccini per la polio in Pakistan, anche se il danno imminente in questo caso, con il rischio di violenza contro gli operatori sanitari che svolgono le campagne di vaccinazione, ha detto.

© Thomson Reuters 2020

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *