Amazon, Flipkart Affrontare le Ire di 70 Milioni di Indiani Negozianti


Nel cuore di Nuova Delhi, il più grande all’ingrosso bazar, i commercianti che normalmente competere con gli altri sono uniti contro un nemico comune. “Amazon, Flipkart!” un commerciante dopo l’altro urla in un microfono da un piccolo palco in Sadar Bazaar centrale rotonda. Circa 50 altri commercianti riuniti intorno a gridare indietro all’unisono: “torna indietro! Torna indietro!”. Il sit-in, che ha creato più caos al solito tra i risciò, moto e ox-cart che solcavano il mercato di strada, è stato uno di 700 proteste contro Amazon.com e Walmart: il proprietario del locale, e-commerce leader Flipkart — che gli organizzatori dicono che ha avuto luogo presso bazar in tutta l’India in una recente mercoledì.

In India, i negozianti sono in grado di mobilitare contro il global e-commerce giganti, dichiarando che essi sono impegnati a prezzi predatori in violazione delle nuove regole volte a proteggere le imprese locali. La posta in gioco è il futuro del commercio al dettaglio in un paese con 1,3 miliardi di consumatori, in cui wal-mart e Amazon hanno affondato miliardi di dollari cercando il crack del mercato e catturare il suo potenziale di crescita.

“Amazon e Flipkart è una seconda versione della East India company”, ha detto Praveen Khandelwal, segretario nazionale della Confederazione di Tutta l’India, i Commercianti all’Delhi protesta, riferendosi al British casa di commercio, il cui arrivo in India dato il via quasi 200 anni di dominazione coloniale. “Il motivo di Amazon e Flipkart non è per fare business, ma a monopolizzare e di controllo.”

Il governo indiano nel mese di ottobre ha annunciato un’indagine in proposito di prezzi predatori. Amazon e Walmart hanno dichiarato a Bloomberg News la scorsa settimana che le loro operazioni sono conformi Indiano leggi, e che agiscono solo come un terzo del mercato.

Il conflitto viene in mezzo a un più ampio globale di reazione contro la pericolosa espansione di imprese a tecnologia avanzata — da proteste da parte dei tassisti contro Uber-clone a Giacarta, a corrieri per un Softbank-backed consegna avvio la creazione di un falò loro zaini a Bogotà per protestare contro i bassi salari e i poveri benefici.

In India il rallentamento dell’economia — è esteso a passo più lento in più di sei anni dall’ultimo trimestre-e il relativo consumo di rallentamento ha peggiorato il dolore di questi negozi di quartiere.

In rappresentanza di circa 70 milioni di piccoli commercianti che, collettivamente, il controllo di quasi il 90% dell’India, commercio al dettaglio, India, unione commercianti ha dimostrato di essere una forza politica. I commercianti sono una parte importante della base degli elettori del Primo Ministro Narendra Modi del Bharatiya Janata Party.

“Per un governo, soprattutto per un governo del BJP, che ha il sostegno di piccoli imprenditori, potrebbe non essere prudente o politicamente opportuno ignorare totalmente tali esigenze”, ha dichiarato Sandeep Shastri, uno scienziato politico presso Jain Università di Bangalore. “Dovrebbero essere visti prendendo alcuni passaggi, almeno”.

L’unione potenza è un importante motivo il governo ha posto tali gravose restrizioni rivenditori stranieri-tra cui un minimo di $100 milioni di investimento e di rigorosa provenienza locale regole. A causa delle difficoltà, del calibro di wal-mart e Carrefour SA, hanno dato tutto, ma in apertura il loro omonimo negozi nel paese.

I negozianti vinto una chiave di vittoria contro gli stranieri e-commerce giocatori l’anno scorso, quando il governo ha intensificato i regolamenti su come le piattaforme sono autorizzati a vendere i prodotti. Le regole, finalizzato alla creazione di un level playing field su prezzi, costretto Amazon e Flipkart per tirare migliaia di oggetti da loro scaffali virtuali e la ristrutturazione di gran parte delle operazioni locali.

Le modifiche, venendo dopo Walmart ha annunciato la sua acquisizione di Flipkart, gettò le aziende straniere nel caos e ha indotto gli analisti di mettere in discussione la propria India investimenti. Con Amazon chiuso fuori della Cina e della Walmart rendimento dell’e-commerce negli USA decisamente contrastanti, entrambe le società si sono insediati in India come chiave per la crescita. CEO di Amazon Jeff Bezos ha impegnato una spesa di $5,5 miliardi di vincere India, mentre Walmart di $16 miliardi di Flipkart affare è stato il rivenditore più grande di sempre.

Ora i negozianti affermando Amazon e Flipkart sono aggirando le regole con prezzi predatori e profonda attualizzazione. Essi chiedono che il governo ha chiuso le aziende mercati on-line fino a quando non sono soddisfatti.

Amazon ha detto la sua rivenditori a completa discrezione, su che prezzo vendere i loro prodotti. Flipkart ha detto che prevede di venditori con dati per aiutare a determinare che cosa il prodotto offerte, vendere meglio, ma a che prezzo, ma le decisioni di business in ultima analisi, sono i venditori a fare.

Il punto di infiammabilità per l’ultima escalation di Diwali, una festa Indù che è occasione per un regalo bonanza simile a Natale nei paesi Occidentali. Il festival di quest’anno, in ottobre, è venuto in mezzo a un rallentamento dei consumi che colpisce tutti, dai costruttori di shampoo venditori. Ma mentre l’unione commercianti ha detto i suoi membri visto come un abbandono del 60% in vendite Diwali, Amazon e Flipkart è riuscito a segnalare un fatturato record da sei giorni di festival.

I negozianti dell’unione ha sostenuto che l’online offerte vacanza deve essere in violazione delle nuove norme, spingendo il Ministro del Commercio di Piyush Goyal di annunciare un’indagine.

“L’E-commerce aziende non hanno il diritto di offrire sconti o di adottare prezzi predatori”, Goyal ha detto nel mese di ottobre. “La vendita di prodotti più economici e la conseguente retail settore subire perdite non è consentito.” Un altro funzionario del governo ha detto i politici stanno cercando di creare un e-commerce dedicati regolatore.

Un portavoce per il commercio e il ministero dell’industria non ha risposto a una e-mail cerca di commento.

Vinod Kumar, un 35-year-old negoziante donna e vende cosmetici nel bazar di Delhi, è in cerca di sollievo. In piedi con la sua piccola bancarella, prende una bottiglia di acqua di rose a base di un prodotto per capelli. Lo vende per 40 rupie (56 centesimi di dollaro), ma afferma che i clienti possono ottenere da Amazon o Flipkart per 30 rupie, con consegna a destra a casa loro.

“Se tutto ciò che è disponibile online, perché qualcuno dovrebbe venire qui per affrontare il caldo e la folla?” dice. “Il mio lavoro si sta riducendo di giorno in giorno.”

Kumar dice che se la situazione continua che può andare di business, come molti altri negozi hanno già.

Nel complesso i dati sulle vendite al tradizionale mamma e pop negozi sono ancora in crescita in India. Anche se questi depositi hanno visto un calo dei loro quota sul totale delle vendite al dettaglio a partire dal 2014, come l’e-commerce e organizzato catene di vendita al dettaglio di afferrare la quota di mercato, il mercato consumer si sta espandendo a un ritmo che assoluto di spesa con la mamma e pop negozi aumentato di quasi il 60%, secondo la società di consulenza Technopak Advisors. Che ritmo di crescita assoluta è proiettata a rallentare leggermente al 50% nei prossimi cinque anni.

Che può essere freddo comfort di Muhammad Yusuf. Il 72-year-old, che gestisce un negozio di gioielli presso il bazar di Delhi, dice che egli è in grado di adeguare i prezzi online, ha tagliato il suo staff da sei dipendenti per due e non è in pericolo di non essere in grado di pagare l’affitto.

Yusuf è ben visibile nell’e-commerce di protesta, tuttavia, è che lui sfoggia una giacca in pile cuscinetto Amazon logo. Chiesto perché indossa, lui alza le spalle e dice di aver bisogno di qualcosa per tenerlo al caldo e l’ho trovato in un abbigliamento di stallo nelle vicinanze. Ha comprato perché era a buon mercato.

© 2019 Bloomberg LP

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *